I corpi nello spazio condiviso delle spiagge, ripresi nell’eccezionale manifestazione di corpo aperto al mondo. Il corpo è eretto e il fatto che sia eretto dispiega intorno un panorama che fa nascere le idee.

Siamo nati come quelli che hanno un mondo dischiuso dal proprio corpo e il nostro corpo non è una cosa, ma le cose sono nel mondo, io sono nel mondo come uno che ha il mondo. Questo è il nostro corpo, apertura, intenzionalità alle cose, risposta agli stimoli, elaborazione dei messaggi che riceviamo.

Il rapporto corpo-mondo è quello decisivo, non anima-corpo.


Bodies in the shared space of the beaches, taken in the exceptional manifestation of body open to the world. The body is erect and the fact that it is erect unfolds around a panorama that gives birth to ideas.

We were born like those who have a world parted from their body and our body is not a thing, but things are in the world, I am in the world as one who has the world. This is our body, openness, intentionality to things, response to stimuli, processing of the messages we receive.

The body-world relationship is the decisive one, not soul and body.